Trustpilot

Menù

Conto corrente di un defunto

RintraccioFacile.it® / Il Blog di Rintracciofacile.it  / Conto corrente di un defunto
Conto corrente di un defunto

Conto corrente di un defunto

Rintracciarlo in modo facile, veloce e sicuro grazie a Rintracciofacile.it

Avere a che fare con un debitore è già difficile di per sé, ma le cose si complicano nel momento in cui il debitore dovesse morire prima di saldare il proprio debito.

Esistono sistemi di indagine patrimoniale, che possono essere messi in atto per il rintraccio conto corrente che vi possono consentire di effettuare nel miglior modo possibile ed in maniera facile, veloce e sicura il rintraccio del conto corrente, in modo da poter capire quale sia l’entità del denaro a disposizione degli eredi e come potersi rivalere su di esso.

Come funziona il rintraccio conto corrente del defunto

Nel caso in cui sia necessario il pagamento di un credito da parte di una persona defunta, gli eredi potranno richiedere che venga preso in considerazione anche l’eventuale conto corrente del soggetto deceduto.

In primo luogo, nel caso in cui non si conoscano gli eredi, si potrà effettuare un  rintraccio eredi: con questo servizio si potranno identificare i soggetti ai quali sarà stato trasmesso il patrimonio del defunto, e che saranno, ovviamente, vincolati anche per le obbligazioni che il soggetto avrà costituito in vita.

Nel momento in cui un soggetto venga a mancare, gli eredi, infatti, dovranno effettuare una serie di adempimenti di ordine burocratico, come accade per la dichiarazione di successione.

Questa riguarderà tutti i beni che il soggetto possedeva in vita ed ha soprattutto la funzione di informare l’Agenzia delle Entrate in merito all’ammontare e al componimento del patrimonio ereditario.

Nella dichiarazione, quindi, dovranno essere inclusi anche i conti correnti bancari che potranno magari non essere tutti “in chiaro” e noti agli eredi.

Infatti, alcuni soggetti possono ereditare da parenti lontani o da persone che non hanno visto molte volte durante il corso della loro vita.

È in questi casi che il rintraccio conto corrente del defunto diventa essenziale.

Come si esegue il rintraccio conto corrente del defunto

Per poter effettuare una vera e propria indagine patrimoniale relativa al soggetto defunto bisognerà passare anche per il rintraccio del conto corrente.

Affidandosi ad agenzie serie e qualificate sarà possibile effettuare una ricerca approfondita riferita alla denominazione di tutti gli istituti di credito presso i quali la persona sia stata censita e nei quali abbia avuto un conto corrente.

In particolare, per il rintraccio conto corrente si potranno ottenere dati come:

  • La denominazione dell’istituto di credito
  • L’ABI e il CAB del conto
  • Il numero del conto corrente
  • La giacenza (scegliendo la versione plus del servizio rintraccio conti)

Grazie a questo dato sarà possibile non solo effettuare la dichiarazione di successione, ma anche indicare ai creditori su quali somme potranno effettivamente rivalersi.

Questo servizio è molto utile non solo per i creditori, ma anche per gli eredi che, spesso, potranno evitare di occuparsi dei debiti del defunto grazie alla copertura che viene offerta dal suo conto corrente e dalla sua effettiva giacenza.

Un elemento davvero essenziale in tantissime situazioni di decesso e di eredità.

Condividi su: